Bibliomanie

numero 57, giugno 2024
Mondi Animali - Rappresentazioni, Immagini, Realtà
(a cura di , )

Mondi animali – rappresentazioni, immagini, realtà.
di , , Editoriale

Mondi animali – rappresentazioni, immagini, realtà.

Cosa distingue l’uomo dall’animale? La storia ci insegna che l’umano ha una dignità prodotta dall’uso della ragione, e per questo, l’animale-uomo si è appropriato, nella notte dei tempi, del potere sugli animali, li ha addomesticati, schiavizzati, ma anche mitizzati o caricati di significati negativi. L’etologia ci ha invece sempre più indicato vie alternative: una comunanza che rende crudele ogni azione umana tesa al predominio. La filosofia ha tracciato il confine tra noi e loro, puntando sul confronto più che sulla separazione. Il progresso scientifico e la crescente coscienza ambientalista hanno aperto conoscenze maggiori sul loro linguaggio, sulla loro organizzazione sociale, sul loro apporto alla vita del pianeta. Oggi siamo convinti che l’idea di umanità si chiarisca sempre in relazione all’idea di animalità. Le arti hanno saputo raccontare e rappresentare gli animali anche a livello simbolico. Il tema della nostra call è stato recepito in modo molto ampio, e diversi sono stati gli studiosi e i ricercatori che hanno aderito al nostro invito, proponendo lavori di approfondimento e di... continua a leggere

Saggi e Studi
La teratologia animale tra mito e scienza: dalla <em>monstrorum historia</em> di Ulisse Aldrovandi agli studi moderni, attraverso due secoli di storia

1. La teratologia animale tra mito e scienza: dalla monstrorum historia di Ulisse Aldrovandi agli studi moderni, attraverso due secoli di storia
di | abstract

Fin da tempi molto antichi racconti mitologici e leggende comprendevano ampie descrizioni ed accurate raffigurazioni visive di mostri e mostruosità animali, alla cui genesi venivano comunemente associate cause metafisiche o simboliche, quali rappresentazioni di manifestazioni demoniache o incarnazioni divine. Sull’origine delle ‘difformità’... continua a leggere

La lunga strada della giustizia per gli animali. Uno sguardo storico alla legislazione protezionista in Italia

2. La lunga strada della giustizia per gli animali. Uno sguardo storico alla legislazione protezionista in Italia
di | abstract

1. Due piccole premesse Una delle sfide più delicate e controverse che scaturiscono dalla nostra relazione con gli animali riguarda l’esercizio della giustizia, ovvero le modalità, gli strumenti e i limiti dei nostri interventi per garantire il rispetto delle loro vite, impedendo (o riducendo) abusi e maltrattamenti. Prima di sviluppare l’arg... continua a leggere

tag: , , ,

Draghi, fenici, cicale, formiche e altre meraviglie: gli animali fantastici nella letteratura per l’infanzia

3. Draghi, fenici, cicale, formiche e altre meraviglie: gli animali fantastici nella letteratura per l’infanzia
di | abstract

1. Alcune indicazioni per iniziare Nel romanzo vittoriano per l’infanzia The Water-Babies dello scrittore inglese Charles Kingsley (1819-1875), edito per la prima volta a puntate tra il 1862 e il 1863, si trova la seguente riflessione: «Did not learned men, too, hold, till within the last twenty-five years, that a flying dragon was an impossible... continua a leggere

tag: , , , ,

Strani animali in terra di Misr. Le testimonianze dei viaggiatori medievali tra realtà, esotismo e immaginazione

4. Strani animali in terra di Misr. Le testimonianze dei viaggiatori medievali tra realtà, esotismo e immaginazione
di | abstract

Perché raccontare il mondo animale Per una serie di circostanze nei primi decenni del XVI secolo Bologna fu teatro di eventi di enorme risonanza che coinvolsero personaggi e istituzioni sovranazionali e che interessarono più o meno direttamente non solo la gran parte dei paesi europei, ma anche i vasti quadranti delle terre d’Oltreoceano da poc... continua a leggere

Toti Scialoja. «Poesie con animali»

5. Toti Scialoja. «Poesie con animali»
di | abstract

Le «Poesie con animali» di Toti Scialoja nascono per divertire i nipoti del poeta, ma perdurano diventando «ilari esorcismi» contro le paure della vita. Gli studi su questa figura straordinaria, qui passati in rassegna, ne seguono la metamorfosi lungo tutta la sua produzione. Sulle tracce degli animali, si può così osservare l’evoluzione de... continua a leggere

tag: , ,

Le bestiaire dans l’œuvre de guerre de Krzysztof Kamil Baczyński (1921-1944) : entre réalité et fiction

6. Le bestiaire dans l’œuvre de guerre de Krzysztof Kamil Baczyński (1921-1944) : entre réalité et fiction
di | abstract

La Seconde Guerre mondiale a fait naître de nombreuses œuvres littéraires, accordant une place importante au sort des individus et aux comportements qu’ils devaient adopter afin d’essayer de survivre à cette période sombre de l’Histoire. Face à la violence de la guerre, les frontières de l’humanité se voient repoussées. L’homme s... continua a leggere

La rappresentazione del regno animale nella favola mistica dei Fratelli della Purezza: tassonomia zoologica, gerarchie di potere ed allegorie teologico-culturali

7. La rappresentazione del regno animale nella favola mistica dei Fratelli della Purezza: tassonomia zoologica, gerarchie di potere ed allegorie teologico-culturali
di | abstract

Questo saggio intende focalizzarsi sulla rappresentazione delle figure animali nel Processo animale della dominazione umana davanti al re dei ǧinn dei Fratelli della Purezza (IX-X sec.). Partendo dalla tassonomia del regno animale nella favola, si illustrano i criteri in base ai quali gli animali vengono suddivisi in sette gruppi a seconda dell’... continua a leggere

Le point de vue des sangliers dans le roman de Giordano Meacci “Il cinghiale che uccise Liberty Valence”

8. Le point de vue des sangliers dans le roman de Giordano Meacci “Il cinghiale che uccise Liberty Valence”
di | abstract

Come suggerito dal titolo – Il cinghiale che uccise Liberty Valance –, uno dei protagonisti del primo romanzo di Giordano Meacci è un cinghiale, di nome Apperbohr. Una notte, l’animale riceve miracolosamente la facoltà di comprendere il linguaggio umano. Così, osservando gli abitanti di Corsignano, un immaginario paese in provincia di Lucc... continua a leggere

tag: , , , , ,

À propos de l’animal félin – “Le Chat”, film de Pierre Granier-Deferre

9. À propos de l’animal félin – “Le Chat”, film de Pierre Granier-Deferre
di | abstract

En 1971, Pierre Granier-Deferre adapte au cinéma le roman de Georges Simenon, paru en 1967. Un film à l'ambiance lourde, un huis clos dans lequel un couple de retraités, les Bouin, se déchirent. Dans la guerre froide qui les oppose, entre silences louches et joutes verbales mordantes, le point de rupture est atteint lorsqu'ils s'attaquent mutue... continua a leggere

tag: , , , ,

Hommes-rapaces, corvides et carcasses: representations zoomorphes de l’angoisse humaine

10. Hommes-rapaces, corvides et carcasses: representations zoomorphes de l’angoisse humaine
di | abstract

Depuis l’art pariétal jusqu’aux installations contemporaines, en passant par les mémentos- mori de la peinture classique et moderne, l’angoisse humaine face aux affres de l’existence est un thème central de bon nombre d’œuvres mettant en scène la figure de la bête pour incarner cette violence inhérente à l’être, si bien qu’il... continua a leggere

tag: , , ,

Dalla teoria alla pratica. I convegni sulla guerra rivoluzionaria e la contro-insorgenza (1955-1971).

11. Dalla teoria alla pratica. I convegni sulla guerra rivoluzionaria e la contro-insorgenza (1955-1971).
di | abstract

Il contributo percorre i convegni dedicati alla guerra rivoluzionaria ed alla conseguente controinsorgenza, cercando di individuare quegli elementi di continuità che permettono a questa impostazione della lotta al comunismo, in particolare, in Italia di passare da una fase teorica ad una pratica. Un’evoluzione che accompagna la definizione di un... continua a leggere

tag: , , , , ,

Relitti bentivoleschi: i bassorilievi di Palazzo dalla Tuata

12. Relitti bentivoleschi: i bassorilievi di Palazzo dalla Tuata
di | abstract

A Bologna, in Via Galliera, la casa chiamata Delle Tuate è legata in modo parzialmente enigmatico al crollo del potere dei Bentivoglio nella città: due capitelli dell'elegante portico infatti propongono una complessa esaltazione di Giovanni II Bentivoglio, il cui profilo in marmo appare chiaramente provenire dalla rapida Domus Magna dei Signori d... continua a leggere

tag: , , ,

Nuove forme di giornalismo digitale. I news podcast

13. Nuove forme di giornalismo digitale. I news podcast
di | abstract

Il presente articolo ha come obiettivo quello di analizzare il processo di rimediazione dei giornali tradizionali all’interno dei podcast. Questi, a partire dal 2013, stanno allargando il proprio pubblico, con un notevole apprezzamento per i contenuti giornalistici e informativi. A fronte dei continui e fruttuosi investimenti delle redazioni nel ... continua a leggere

tag: , , , , , , , ,

Nostalgia di un presente che svanisce. Le demolizioni a Roma nel dibattito pubblico tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento

14. Nostalgia di un presente che svanisce. Le demolizioni a Roma nel dibattito pubblico tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento
di | abstract

Il saggio analizza attraverso una serie di fonti a stampa, manoscritte e d’archivio il dibattito sulle demolizioni di edifici storici nella Roma post-unitaria. In particolare, vengono esaminati interventi dell’archeologo Rodolfo Lanciani, del geografo Filippo Porena, dello storico dell’arte Domenico Gnoli, del fotografo Francesco Adriano De B... continua a leggere

tag: , , ,

Note e Riflessioni
Psichiatria e mondi animali. Fenomenologia della continuità uomo-animale da homo natura a homo symbolicus

15. Psichiatria e mondi animali. Fenomenologia della continuità uomo-animale da homo natura a homo symbolicus
di

«Una volta Zhuāngzĭ sognò di essere una farfalla. – Lei non sapeva di essere Zhuāngzĭ. Di colpo si svegliò e lì era solidamente e senza dubbio, Zhuāngzĭ. Ma egli non sapeva se fosse Zhuāngzĭ che aveva sognato di essere una farfalla o una farfalla che sognava di essere Zhuāngzĭ. Tra Zhuāngzĭ e una farfalla ci […]... continua a leggere

tag: , , , , , ,

Etica della macchine: è possibile attribuire una responsabilità ai veicoli senza conducente e dotati di AI che circolano, e sempre più circoleranno, nelle nostre strade?

16. Etica della macchine: è possibile attribuire una responsabilità ai veicoli senza conducente e dotati di AI che circolano, e sempre più circoleranno, nelle nostre strade?
di

Proviamo qui ad esaminare cosa sono e come si collocano, nel contesto sociale, le automobili senza conducente, sistemi molto complessi chiamati in modo semplicistico «auto a guida autonoma dotate di intelligenza artificiale» in virtù della loro capacità di circolare fra le strade aperte al pubblico come se fossero condotte da umani. La loro pre... continua a leggere

tag: , ,

Postumano è vegan. La filosofia animale di Leonardo Caffo

17. Postumano è vegan. La filosofia animale di Leonardo Caffo
di

Postumano contemporaneo è un’opera aperta. Compiuto uno scatto in avanti, vegan è contemporaneo perché intempestivo nei confronti del proprio tempo, pretendendo anzi dal proprio tempo «di divenire futuro», di raggiungerlo, Caffo dice, «di ampliare le pretese dell’attualità verso quelle dell’utopia». Vegan è inattuale perché attuale ... continua a leggere

tag: , , ,

Gli ottant’anni mancati di Arnaldo Picchi. Ripensando a un amico vero, fra memorie incisive, progetti <em>in fieri </em>e <em>bibliomanie </em>

18. Gli ottant’anni mancati di Arnaldo Picchi. Ripensando a un amico vero, fra memorie incisive, progetti in fieri e bibliomanie
di

L’ignorante è non solo zavorra, ma pericolo della nave sociale. Cesare Cantù, Attenzione! Riflessi di un popolano, 1871 L’ignoranza è una condizione perfetta. Ed è comprensibile che chi ne gode non voglia uscirne. Emil Cioran, Quaderni, 1957/72 [postumo, 1997] De Quincey comprese che il compito della sua vita era l’evocazione dell... continua a leggere

Il segreto delle anguille

19. Il segreto delle anguille
di

«Kircher e altri immaginano invece che nel centro del canale del Maelström, ci sia un abisso che entra nel globo terrestre per uscire in qualche altra lontanissima regione» (Poe, Una discesa nel Maelström) L’abime: «un monde inconnu» La letteratura occitanica moderna e contemporanea non si insegna in Italia. Rarissime le traduzioni. Questo ... continua a leggere

L’idillio perduto. La terra desolata dell’uomo.

20. L’idillio perduto. La terra desolata dell’uomo.
di

Folletto: […] Gli uomini son tutti morti, e la razza è perduta. […] Gnomo: A ogni modo, io non mi so dare ad intendere che tutta una specie di animali si possa perdere di pianta, come tu dici. Folletto. Tu che sei maestro in geologia, dovresti sapere che il caso non è nuovo, e che […]... continua a leggere

Legami Ancestrali – Riflessioni archeologiche sull’interazione umana con il regno animale

21. Legami Ancestrali – Riflessioni archeologiche sull’interazione umana con il regno animale
di

1. Introduzione: una simbiosi antica Nella vastità del nostro percorso storico, il legame con il regno animale ha assunto una natura intricata e multiforme. Dal periodo preistorico fino all’epoca contemporanea, gli animali hanno occupato una posizione centrale all’interno del tessuto culturale, spirituale ed economico delle società umane. In ... continua a leggere

Animale sarai tu, gli disse la Sirena

22. Animale sarai tu, gli disse la Sirena
di

« Cuando despertó, el dinosaurio todavía estaba allí», si divertì a suggerire, con assolta brevità, Augusto Monterroso nel 1959, sfidando centinaia di semiologi e filologi a ricostruire la scena: chi racconta, chi si è svegliato, dove si trovano? ecc. Avrei potuto osare anche io, col titolo che ho scelto per questo ennesimo ritorno alle Sir... continua a leggere

tag: , ,

Animali del sogno (tra Kafka, Ortese e gli albi illustrati)

23. Animali del sogno (tra Kafka, Ortese e gli albi illustrati)
di

«Aveva veduto nel sonno, o sognato…. Che diavolo era stato capace di sognare?… uno strano essere, un pazzo: un topazio. Aveva sognato un topazio: che cos’è, infine, un topazio?[…] E s’era involato lungo le rotaje cangiando sua figura in topaccio e ridarellava topo-topo-topo-topo» (C. E. Gadda, Quer Pasticciaccio brutto de la via Merula... continua a leggere

Sant’Anna di Stazzema – Parte II^: La strage di sabato 12 agosto ’44 e i giorni seguenti

24. Sant’Anna di Stazzema – Parte II^: La strage di sabato 12 agosto ’44 e i giorni seguenti
di

A) Il giorno della strage Le persone che avevano risalito dalla Versilia costiera le iniziali pendici delle Alpi Apuane si sentivano relativamente tranquille su quelle colline, in quanto le ritenevano quasi irrilevanti per gli eserciti alleati che fronteggiavano i reparti nazi-fascisti; inoltre, le suddette colline apparivano idonee a fornire una q... continua a leggere

Letture e Recensioni
Proposte di lettura

25. Proposte di lettura
di

Ecco un libro che ci riporta, per argomento e linguaggio, a molti anni fa, quando il tema del lavoro dell'intellettuale dentro l'accademia universitaria e nella scuola media superiore era uno dei temi più indagati. Il Sessantotto e gli anni Settanta erano il momento di trasformazione e di ... continua a leggere

La grammatica della rovina

26. La grammatica della rovina
di

La recente pubblicazione di Matteo Marcheschi, Storie naturali delle rovine. Forme e oggetti del tempo nella Francia dei Philosophes (1755 1812), Carocci editore 2023, ha un duplice campo di indagine: uno più circoscritto e documentatissimo, di carattere storico-filosofico, e uno più largo, che descrive un itinerario f... continua a leggere

La rappresentazione degli animali tra mito ed arte: due mostre da visitare

27. La rappresentazione degli animali tra mito ed arte: due mostre da visitare
di

Ho finalmente l’occasione e il pretesto per raccontarvi una favola tra arte, mito, trame antiche e contemporanee nei dipinti di una biblioteca dalla lunga storia. , quando è stato presentato nella Sala delle Cariatidi di Palazzo Reale: un gioiello de... continua a leggere

tag: , , ,

La portalettere di Lizzanello: dalla letteratura alla storia. “Francesca Giannone, ‘La portalettere’, Milano, Nord, 2023”

28. La portalettere di Lizzanello: dalla letteratura alla storia. “Francesca Giannone, ‘La portalettere’, Milano, Nord, 2023”
di

Questo che state per leggere è l’ultimo scritto di Giorgio Pedrocco. Giorgio ci ha lasciati a novembre del 2023. E’ stata una particolare figura di studioso che ha abbinato le competenze di storico e di chimico. Ha insegnato per trent’anni Storia delle innovazioni tecnologiche all’Università ... continua a leggere

Cinzia Dezi, <em>Qui non siamo al liceo classico</em>

29. Cinzia Dezi, Qui non siamo al liceo classico
di

Da insegnanti precari non è raro vedere smorzato il proprio entusiasmo da neofiti con una sola (e per di più infelice) battuta di un collega, come quella che dà il titolo all’ultimo libro di Cinzia Dezi Qui non siamo al liceo classico (Book Tribu, 2023). A pronunciarla è il prof. Riporto, responsabile del dipartiment... continua a leggere

Recensione “Valdo Spini, ‘Sul colle più alto’, Solferino, 2022”

30. Recensione “Valdo Spini, ‘Sul colle più alto’, Solferino, 2022”
di

Questo libro, dedicato alle figure dei Presidenti della Repubblica Italiana, si presenta con una impostazione insolita: infatti, inizialmente, delinea sinteticamente il ruolo concepito dai Costituenti per il Capo dello Stato; tratteggia, subito, l’assetto della Italia politica durante il periodo immediatamente post-bellico, corre... continua a leggere

Elena Rausa<em> Le invisibili</em>, Neri Pozza, Vicenza, 2024

31. Elena Rausa Le invisibili, Neri Pozza, Vicenza, 2024
di

Le invisibili (2024) è il terzo e ultimo romanzo di Elena Rausa, pubblicato da Neri Pozza, e segue le precedenti opere Marta nella corrente (2014) e Ognuno riconosce i suoi (2018), attraverso le quali la scrittrice si è guadagnata l’ammirazione del grande pubblico per le sue doti narrative. I... continua a leggere

Didactica
Anthroposcenes. L’arte contemporanea e il suo doppio cinematografico al Biografilm Festival di Bologna

32. Anthroposcenes. L’arte contemporanea e il suo doppio cinematografico al Biografilm Festival di Bologna
di

a. Panoramica Questo studio propone un’analisi delle biografie di artisti contemporanei (film e documentari) in ambito cinematografico, prendendo in esame una rassegna specializzata nel genere biopic, a partire dal titolo programmatico e mai cambiato: il Biografilm Festival... continua a leggere

“Non Mai Conoscibile”: un laboratorio.

33. “Non Mai Conoscibile”: un laboratorio.
di

Questo numero di “Bibliomanie” ospita, nella sezione “Didactica”, una sequenza di interventi dedicata alla Non Mai Conoscibile – cioè alla musica, così come la definì Alberto Savinio – e alle sue presenze, ma anche ai suoi ammanchi, alle sue distanze, ai suoi modi di restare inafferrabile e sfuggente al peso... continua a leggere