Bibliomanie

Paolo Sorcinelli

https://paolosorcinelli.it/

Paolo Sorcinelli, già professore di Storia sociale all’Università di Bologna, ha firmato e curato numerose pubblicazioni, fra cui: Gli italiani e il cibo (1992, 1999), Storia sociale dell’acqua (1998, 2016), La follia della guerra (1992, 2016), Eros. Storie e fantasie degli italiani (1992), Viaggio nella storia sociale (2009, 2011), Identikit del Novecento (2004), L’alluvione (2011, 2014), Storie dell’otto settembre (2011, 2020), Nuove epidemie, antiche paure (1986, 2020), Gli occhi di Ciola/Viaggio nelle storie di paese (2021), Storie intime del corpo (2022).

Editoriale. In tema di epidemie
di , numero 53, giugno 2022, Editoriale

Editoriale.  In tema di epidemie

Se la malattia rimette in discussione i fondamenti di un’esistenza, l’epidemia estende questo processo a livello collettivo. L’esperienza vissuta con il Covid 19 ha traumaticamente posto al centro del vissuto il nostro rapporto con l’infezione, in una dimensione tale che la stessa storia del mondo è parsa incisa nella malattia. Di fronte a un evento così traumatico, le comunità degli studiosi hanno intensificato e intrecciato i loro saperi, alla ricerca di un dominio materiale (con le cure mediche) e di una consapevolezza culturale tale da potere conoscere le esperienze passate come forme primigenie e indispensabili per affrontare le angosce del presente. In questo numero 53 - Malattie, epidemie, dicerie – un tratto comune dei saggi su covid... continua a leggere

torna su

Il colera e la paura
di , numero 53, giugno 2022, Saggi e Studi

Il colera e la paura

Il colera asiatico, o cholera morbus, ha interessato il territorio italiano a macchia di leopardo in ben otto occasioni: nel 1835-1837, nel 1849 (quando in Ode a Venezia Arnaldo Fusinato compose i celebri versi: «Ehi, dalla gondola, qual novità?/ Il morbo infuria, il pan ci manca, / sul ponte sventola bandiera bianca») e, a seguire, nel 1854- 1855, nel 1865-1867, nel 1873, nel 1884-1887, nel 1893 e nel 1910-1911. Per un totale (stimato) di 705.000 decessi. «Per secoli, nell’Occidente cristiano, l’antica nozione di una malattia/destino fece tutt’uno con la concezione religiosa del male; la volontà divina è padrona del destino dell’uomo. Dio gli manda la malattia per i suoi peccati. perché è per natura pecc... continua a leggere

tag: , , , , ,

torna su