Bibliomanie

Daniele Salerno

Daniele Salerno

Daniele Salerno ha ottenuto il dottorato di ricerca in semiotica presso l’Università di Bologna-Istituto Italiano di Scienze Umane (2009). È attualmente Marie Curie Global Fellow presso l’Università di Utrecht e visiting scholar presso l’Università di Buenos Aires. Nella sua ricerca di dottorato e post-dottorato presso l’Università di Bologna si è occupato dell’elaborazione culturale di terrore e violenza politica, con una particolare attenzione alle forme della memoria culturale. Attualmente si occupa di memoria culturale e attivismo politico - come collaboratore all’interno del progetto ERC “Remembering Activism: The Cultural Memory of Protest in Europe” diretto dalla prof.ssa Ann Rigney - concentrandosi in particolare sull’uso della memoria culturale nell’attivismo LGBTQ tra Europa e America Latina.

Intervista a Franco Grillini
di , numero 51, giugno 2021, Note e Riflessioni

Intervista a Franco Grillini

Franco Grillini è una figura storica dell’attivismo LGBT+ italiano. Nato nel 1955 in provincia di Bologna, nel 1972 si iscrive al Partito comunista italiano per poi passare nel 1974, insieme a una parte del gruppo del manifesto, al Partito di unità proletaria. Nel 1982, ventisettenne ma già con una decennale formazione politica, inizia la sua militanza nell’attivismo LGBT+, prendendo parte all’organizzazione delle attività che precedono l’apertura del Cassero, la prima sede concessa da una pubblica amministrazione, il Comune di Bologna, a un collettivo di attivisti omosessuali. Il prossimo anno il Cassero di Bologna, una delle più importanti realtà militanti LGBT+ in Italia e in Europa, compirà 40 anni. Si tratta di un anniversario to... continua a leggere

torna su

Editoriale
di , numero 51, giugno 2021, Editoriale

Editoriale

Nel 2020 l’Enciclopedia Treccani ha incluso nella sua decima appendice la voce LGBTQIA+, a cura di Lorenzo Bernini. L’acronimo sta per lesbica, gay, bisessuale, transgender, queer, intersessuale e asessuale, mantenendo la lista aperta attraverso il segno +. L’ingresso dell’acronimo nella più istituzionale delle enciclopedie italiane conferma un processo di storicizzazione del movimento, che si sta ora consolidando anche nel nostro paese, come conferma la pubblicazione nel 2021 nella collana Einaudi Storia del libro di Maya De Leo Queer. Storia culturale della comunità LGBT+. Questa recente produzione accademica è da inquadrarsi, a livello internazionale, nell’ondata commemorativa iniziata nel 2019 con il cinquantennale della rivolta di Stonewall... continua a leggere

torna su