Bibliomanie

Note di lettura (sul secondo libro dell’Eneide)
di , numero 2, luglio/settembre 2005, Saggi e Studi,

Come citare questo articolo:
Francesco Berti Arnoaldi Veli, Note di lettura (sul secondo libro dell’Eneide), «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 02, no. 2, luglio/settembre 2005

Grandezza inesauribile di Virgilio. Ad apertura del libro, trovo (II libro) il racconto della fine di Priamo, fatto da Enea. E’ la catastrophé finale di Troia, una situazione che ciclicamente si ripete lungo la storia del mondo. Leggerla oggi, dopo l’esperienza del 1945, aggiunge significazioni nuove alla compostezza dei versi latini, e fa risuonare la radicale profondità di parole elementari e decisive. La scena di Ecuba e delle figlie abbracciate all’ara degli dei e che

Scarica l'articolo in pdf