Bibliomanie

Le Metamorfosi di Apuleio
di , numero 7, ottobre/dicembre 2006, Note e Riflessioni,

Come citare questo articolo:
Lorenzo Tinti, Le Metamorfosi di Apuleio, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 07, no. 9, ottobre/dicembre 2006

Il tasso di convenzionalità della letteratura greco-romana era molto più elevato del nostro, giacché mancava il concetto di opera d’arte come “opera di genio”. In fondo già Platone (Ione) aveva pronunciato una condanna definitiva contro l’enthousiasmós (i latini avrebbero detto raptus mentis, Bruno eroico furore)

Scarica l'articolo in pdf