Bibliomanie

Filippo Mazzoni

Filippo Mazzoni

Filippo Mazzoni è laureato in Storia e Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Firenze. Tra il 2002 e il 2007 è stato Presidente del Consiglio Circoscrizionale n°1 del comune di Pistoia. Collabora con l’Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea in provincia di Pistoia. È autore di: La federazione comunista pistoiese dalla Liberazione al “terribile” 1956 (CRT, 2003), ha collaborato alla realizzazione del volume Pistoia fra guerra e pace (a cura di M. Francini, ISRPt, 2005) e co-autore con P.L. Guastini e G. Fanello Marcucci di All’alba della Costituzione italiana. I quattro costituenti pistoiesi (ISRPt, 2008). Ha pubblicato inoltre Una storia da non dimenticare. Ricostruzione storica dell’eccidio avvenuto il 31 marzo 1944 nella Fortezza di Santa Barbara (2008). Per conto dell’Università degli Studi di Firenze, della Sopraintendenza archivistica della Regione Toscana, della Fondazione Andrea Devoto ha curato con S. Bartolini il recupero e il riordino dell’archivio Andrea Devoto conservato presso la Biblioteca delle Scienze Sociali di Firenze. Nel corso degli ultimi anni ha sviluppato interesse verso le vicende che hanno caratterizzato l’Italia degli anni ‘70 e ‘80 con particolare riferimento alla violenza politica, al terrorismo e allo stragismo. Rispetto a quest’ultimo argomento ha pubblicato il libro Il terribile quindicennio (1969 – 1984). La storia delle stragi raccontate ai ragazzi (Ibiskos Editore, 2014). Infine è autore di diversi contributi sulla rivista QF – Quaderni di Farestoria periodico trimestrale dell’Istituto Storico della Resistenza di Pistoia.

Significato e attualità di Antoher brick in the wall
di , numero 50, dicembre 2020, Note e Riflessioni

Significato e attualità di <em>Antoher brick in the wall</em>

30 novembre 1979, è un venerdì e il decennio del terrorismo, della violenza politica ma anche delle riforme (Statuto dei Lavoratori, legge sul divorzio, riforma del diritto di famiglia, legge istituiva del Servizio Sanitario Nazionale) è prossimo alla sua conclusione. Il cadavere di Aldo Moro ucciso dalle Brigate Rosse è stato ritrovato da circa un anno e mezzo mentre alla Presidenza della Repubblica vi è Sandro Pertini socialista e partigiano. Niente sarà più come prima l’Italia sta cambiando e cambierà ulteriormente nel corso del decennio successivo, il decennio della “Milano da bere”, delle TV private, dell’Italia che trionfa ai mondiali di calcio del 1982, del “secondo miracolo economico”, delle vacanze “tra Cortina e le Maldive” come c... continua a leggere

torna su