Bibliomanie

Alberto Molinari

Alberto Molinari

Alberto Molinari svolge attività di ricerca nell’ambito della storia contemporanea. I suoi interessi sono rivolti in particolare ai movimenti politici e sociali nell’Italia repubblicana e alla storia dello sport. È collaboratore dell’Istituto storico di Modena e della Rete degli Istituti storici dell’Emilia Romagna ed è membro della Società italiana di Storia dello Sport (SISS). Nell’ambito della SISS è responsabile insieme a Stefano Pivato della Commissione didattica/formazione. Tra i saggi più recenti sul tema dello sport: con Gioacchino Toni, Storie di sport e politica. Una stagione di conflitti 1968-1978, Milano, Mimesis, 2018; L’Associazione Italiana Calciatori e le trasformazioni del calcio italiano (1968-1981), numero speciale de “Il calciatore. Organo mensile dell’AIC”, ottobre-novembre 2019; Il neofascismo italiano e lo sport (1947-1966) e I sovversivi dello sport. L’Uisp nelle carte di polizia (1948-1956) in “Storia dello sport. Rivista di studi contemporanei”, Vol. 2, n.1, 2020; Sport e razzismo. Il fascismo e la “razza sportiva”, in “Novecento.org. Rivista dell’Istituto Parri”, maggio 2021; Il ritorno dei calciatori stranieri in Italia: la riapertura delle frontiere calcistiche (1976-1980), in “Rivista di diritto sportivo”, n. 1, 2021. Nel 2019 insieme a Nicola Sbetti e Gioacchino Toni ha curato un dossier sulla storia dello sport per “Clionet. Rivista di Public History”.

1953: calcio e politica nell’anno della “legge truffa”
di , numero 52, dicembre 2021, Saggi e Studi

1953: calcio e politica nell’anno della “legge truffa”

Come notava Aurelio Lepre nella sua storia della prima Repubblica, dopo la Liberazione il solo campo possibile in cui l’orgoglio nazionale si espresse senza riserve diventò quello sportivo. Sembrò che in esso potessero trovare una rivalsa anche le frustrazioni lasciate dalla sconfitta e nacquero le leggende di Coppi, di Bartali e della squadra di calcio del Torino. La vittoria di Bartali al Tour del France nel luglio del 1948 generò la leggenda dell’atleta che aveva salvato l’Italia dalla guerra civile dopo l’attentato a Togliatti. Secondo una rappresentazione veicolata principalmente dalla pubblicistica cattolica, con la sua impresa Bartali aveva unito gli italiani e depotenziato le tensio... continua a leggere

tag: , , , ,

torna su