Bibliomanie

Saffo di Lesbo, dai Frammenti
di , numero 3, ottobre/dicembre 2005, Traduzioni, inediti e rari,

Come citare questo articolo:
Federico Cinti, Saffo di Lesbo, dai Frammenti, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 03, no. 20, ottobre/dicembre 2005

Quando frequentavo ancora l’ultimo anno di liceo, preso da non so che demone, mi venne l’uzzolo di tradurre Saffo: un pensiero folle, una passione insana, quella per la resa e la riscrittura di testi antichi che non mi riesce di guarire e che, anzi, ha contagiato testi che antichi non sono, ma scritti sempre in lingua latina o greca. Mi misi lì, meo Marte, a compulsare il mio Rocci, con quelle tre macchioline che la mia stilografica gli ha lasciato di fianco schizzando il suo inchiostro una mattina che avevo una versione in classe.

Scarica l'articolo in pdf