Bibliomanie

Francesco Guicciardini in classe
di , numero 14, luglio/settembre 2008, Didactica,

Come citare questo articolo:
Alessandra Tugnoli, Francesco Guicciardini in classe, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 14, no. 29, luglio/settembre 2008

Lo studio delle opere del Guicciardini è relativamente recente: queste, infatti, cominciarono a circolare solo dopo la sua morte; in vita egli fu noto esclusivamente come uomo politico, non come scrittore. Tale fama fu alimentata da lui stesso, che non volle dare alle stampe nessun testo, se non la Storia d’Italia, terminata poco prima della morte – l’opera sarà pubblicata integralmente solo nel 1564. L’aristocratico fiorentino scriveva essenzialmente per se stesso, specie onde riflettere e chiarirsi le idee

Scarica l'articolo in pdf