Bibliomanie

La critica di un reazionario al mondo moderno. Il pensiero politico di Charles Maurras in un libro recente
di , numero 15, ottobre/dicembre 2008, Saggi e Studi,

Come citare questo articolo:
Piero Venturelli, La critica di un reazionario al mondo moderno. Il pensiero politico di Charles Maurras in un libro recente, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 15, no. 3, ottobre/dicembre 2008

Domenico Fisichella cominciò ad interessarsi precocemente agli scritti e alle concezioni di Charles Maurras (1868-1952). Sotto la guida di uno degli indiscussi maestri della filosofia del diritto in Italia, Sergio Cotta, egli decise di laurearsi in Giurisprudenza – con scelta coraggiosa – sul pensiero politico di questo autore provenzale che, all’epoca, il mondo accademico – in Italia come all’estero – tendeva a marginalizzare a causa sia delle sue idee radicali ed intransigenti, “reazionarie”, sia del suo sostegno attivo agli occupanti nazisti in Francia e alla Repubblica di Vichy durante la Seconda guerra mondiale

Scarica l'articolo in pdf