Bibliomanie

A. Marchetti (a cura di) Moralisti francesi, classici e contemporanei
di , numero 18, luglio/settembre 2009, Letture e Recensioni,

Come citare questo articolo:
Lorenzo Tinti, A. Marchetti (a cura di) Moralisti francesi, classici e contemporanei, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 18, no. 13, luglio/settembre 2009

Discorde dai proclami dei filosofi “di professione”, ora impegnati a protrarre la tradizionale dicotomia fra epicureismo e stoicismo, ora intenti a emancipare «la ragion pratica» dalla pretesa, ad essa congenita, di sottostare ai condizionamenti dell’esperienza, per farne un sistema rigoroso, quando non l’oggetto di una scienza fondamentale; discorde, dunque, da questa sorta di presunzione speculativa, la voce del moralista ricorda piuttosto – variatis variandis – quella dell’epigrammista Marziale, laddove

Scarica l'articolo in pdf