Bibliomanie

Gnoseologia e linguaggio. La poesia abita la distanza
di , numero 25, aprile/giugno 2011, Saggi e Studi,

Come citare questo articolo:
Antonio Melillo, Gnoseologia e linguaggio. La poesia abita la distanza, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 25, no. 4, aprile/giugno 2011

La teoria della conoscenza rappresenta da sempre uno dei luoghi più complessi e stratificati della riflessione filosofica o, latu sensu, gnoseologica. Tuttavia, ai fini euristici del presente saggio, possono essere individuati almeno due grandi modelli di lungo periodo, quello iconico e quello proposizionale. Per il primo modello, che ha origine nello stoicismo e prevale nella filosofia europea del Seicento per arrivare fino a Kant e all’idealismo tedesco, la conoscenza è un’immagine mentale adeguata dell’oggetto di conoscenza. Per il secondo modello, cha da Aristotele attraversa la filosofia medievale

Scarica l'articolo in pdf