Bibliomanie

Attenti alle parole! Considerazioni sul sostantio “Resistenza”
di , numero 3, ottobre/dicembre 2005, Saggi e Studi,

Come citare questo articolo:
Francesco Berti Arnoaldi Veli, Attenti alle parole! Considerazioni sul sostantio “Resistenza”, «Bibliomanie. Letterature, storiografie, semiotiche», 03, no. 3, ottobre/dicembre 2005

La storia delle parole è la storia degli uomini che le usano. Con questo non si vuole spacciare per una novità quella che in realtà è la scoperta dell’acqua calda: solo, si tratta di non negarsi al problema di scavare le viscere delle parole che usiamo per capire l’autentico significato attraverso l’uso che ne facciamo. Giacché è l’uso, non il vocabolario, non il codice civile, che alle parole dà il loro valore semantico. E guardando all’uso, si finisce per incontrare sorprese: come parole che contengono in se stesse il significato e insieme il contrario del significato, pur rimanendo lessicalmente identiche a se stesse. Ma è proprio possibile?

Scarica l'articolo in pdf